Celine, compagno di viaggio al termine della notte

Era l’inverno ottanta-ottantuno nella città di Napoli spaesata dal terremoto, in un cantiere dell’ emergenza edilizia, paga venticinquemila al giorno. Avevo trent’anni e una storia di dispersi alle spalle, una folla, anni di lotta, di nomi e niente da voltarsi indietro. L’avresti fatto pure tu di cercare alcol nei libri, pagine di malora per ubriacarsi…

Discorso nel Municipio di Strasburgo sabato 22 marzo 2014 in occasione del ricevimento del Prix Européen de la Litterature

Questo premio si chiama Europeo, dunque c’ entra la geografia. Europa è un nome greco e io vengo da una città fondata dai Greci, Napoli, da Nea Polis, città nuova. Questo premio letterario è assegnato tramite me a questa città. Quando la fondarono ne avevano già inaugurate molte altre in giro per il Mediterraneo. Avevano…

Prefazione a libro sul pane di Predrag Matvejevic, scrittore amico dal tempo della guerra di Juogoslavia

Carissimo Predrag ecco il mio contributo di affetto e di amicizia per te e per il tuo libro panettiere. Il rifornimento della manna è assicurato dalla divinità per tutto il quarantennio di vagabondaggio di Israele nel deserto.E’ l’anticamera immensa della libertà, che sempre comporta un azzardo e un cammino.La libertà non è un giardino, ma…