Fantasmi

Sono cresciuto in una città che raccontava fantasmi, inevitabili come fenomeni naturali e ho imparato a conoscerli. Le loro storie ascoltate erano testimonianze di incontri, apparizioni, nitide come le visioni delle febbri. A riscontro c’era il silenzio compatto di chi ascoltava, col fiato ridotto al minimo, i sensi dilatati a percepire. L’invisibile si manifestava e…

Porta Capuana

Un artista cinese a Napoli, Liu Jianhua si è infilato nei vicoli di Porta Capuana. Incontra ospiti di passaggio, che il giornalismo definisce immigrati, entra nelle botteghe artigiane di ceramiche, di cartapesta, legno. Napoli vista da una terrazza è statuaria, muta e ammutolisce, ma non si fa sfiorare. Invece sul marciapiede, nello zigzag lubrificato dei…

Cantiere

La parola Rivoluzione ha compiuto il suo corso maggiore nel 1900. Oggi è decaduta e ha, come certe monete, solo un valore numismatico. Se ne ricorda il potere di acquisto. A contropelo di questo disuso, una personalità politica italiana sceglie di mettere la parola al centro del suo vocabolario. Non è un sovversivo, anzi proviene…

Atleti di sopravvivenza

Sono stato bambino: si dice così dell’infanzia. Ci sono luoghi invece dove essere bambino è un lavoro di resistenza in vita. Allora il verbo cambia: si tratta con tutte le forze di fare il bambino. Dell’infanzia napoletana ricordo bambini atleti della loro sopravvivenza. Si gettavano nell’acqua torbida del porto chiedendo ai turisti il lancio di…