Camere oscure

In un periodo della mia gioventù a Roma mi sono procurato qualche guadagno facendo fotografie. Agli attori ne servivano molte da distribuire nelle varie produzioni. A ogni servizio ne occorrevano venti, suddivise in ritratto viso, primo piano e figura intera. Servivano in bianco e nero. Sviluppavo la pellicola, poi stampavo nella camera oscura di un…

Villeggiatura e botola

Il battello diretto a Ischia faceva scalo a Procida. Entrava nel porto e approdava di poppa dopo un’elegante giravolta che schiumava di bianco.Un semicerchio di case basse a tinta di pastello dava il benvenuto.Su un’altura incombeva il massiccio carcere borbonico. L’attrito era evidente anche a un bambino, il tempo delle vacanze al mare sfilava sotto il…

Non è andata così

Si andava alle alture di Gerusalemme per il pellegrinaggio di Pasqua cantando i 15 salmi delle salite. Le Pasque ebraiche dell’epoca si svolgevano sotto occupazione militare romana.Erano amare, le feste della liberazione dalla servitù egiziana si celebravano da oppressi sotto altra servitù. Intorno alla tavola i commensali ripetevano e ripetono ancora: ”Quest’anno servi, l’anno prossimo…

Energie

Negli anni ‘70 intorno a Roma c’erano migliaia di baracche e accampamenti di fortuna di immigrati italiani. Accanto si costruivano complessi abitativi lasciati vuoti perché i prezzi salivano. Case pronte in faccia ai senza tetto: lo squilibrio era assurdo. Organizzavamo le occupazioni di quegli alloggi con centinaia di famiglie.La chiamavamo lotta di classe, consisteva in…