Buongiorno signore

Incontro più coetanei miei che giovani in montagna. Con uno, di poco più anziano, ci si ferma a parlare. Mi racconta un episodio delle sue scuole elementari. Era bravo, ma aveva il difetto di arrivare in ritardo all’inizio delle lezioni. Un mattino della solita mancanza apre la porta della sua aula e succede questo: tutta la classe, compreso…

Foto Archivio FEDL

Quattr’ore, venti anni

Quest’anno l’alpinismo ha toccato due tappe irripetibili. In poco meno di quattr’ore un giovane uomo ha salito slegato, libero da qualunque protezione, l’abissale parete a precipizio del Capitan, nel parco di Yosemite in California. Una volta partito verso l’alto non ha avuto altra via di uscita che la cima, nessuna ritirata possibile. Il suo nome,…

Il ponte levatoio

In questi anni mi si è guastata la vista del mare. A passeggio lungo una sua riva, vedo la sua superficie come un sudario steso, sopra il quale vanno bare, e non barche, a motore. Il mare è lo stesso, la mia vista no. L’anagramma di Libia è Alibi, la pretesa di non trovarsi sul luogo del…

buttafuori

Buttafuori

Il terremoto non è un’emergenza, è la normale condizione critica del nostro suolo. Abitiamo una superficie instabile, che si alza e si abbassa a un suo ritmo periodico e frequente di marea terrestre. Corriamo a precipizio con regolarità di ciclo. Emergenza è invece un accidente inatteso, occorso una volta. Da noi si eleva a emergenza…

Kailash

Kailash

Il premio Nobel assegnato a Bob Dylan ingrandisce un dettaglio della sua trasmissione. I suoi versi magnifici sono meno importanti della sua musica e della sua voce che li incendia. Per lui il Nobel alla letteratura è troppo poco. Non esiste riconoscimento più grande di quello che si è già procurato da solo. Lo intendo…